CERVARA - Complesso residenziale

 

COMPLESSO RESIDENZIALE “CERVARA”

Il concept dell’idea progettuale lega lo spazio costruito modulare con il verde nell’impegno al contenimento energetico e nell’utilizzo sensibile di materiali eco – compatibili. Il gioco dei volumi, che nell’aggregazione compongono il complesso residenziale, viene visto come una continua elaborazione al fine di creare le giuste condizioni abitative nel godimento degli spazi pubblici / di relazione e l’intimità della casa privata.

La modularità dell’intervento consente uno sviluppo lineare in pianta che si ripropone negli alzati. La matrice materica caratterizza fortemente l’impatto visivo definendo in maniera netta gli elementi che compongono il costruito. La volontà di coniugare elementi diversi, legandoli tra loro ma senza sminuirne la forza, tenendo conto anche degli aspetti di eco-compatibilità e del contenimento energetico.

L’interazione con l’esterno avviene sia privatamente nel de or esclusivo di ogni residenza, che attraverso i luoghi di distribuzione comune e spazio a verde pubblico.

Anche alla fase di costruzione – montaggio – realizzo si è voluto ricercare un meccanismo di facile approccio e che fosse anche ripetibile in altri contesti o spazi collegati alla residenza.

 

______________________________________________

 

1° classificato:


Progetto n. 45 AMEDEO RONFINI  - EDOARDO SAVI

   
La Giuria ha particolarmente apprezzato la soluzione progettuale proposta, che opera un processo di scomposizione dell’area esistente ed una ricomposizione spaziale attraverso la demolizione integrale delle strutture esistenti, la realizzazione di un parcheggio completamente ipogeo e una organizzazione superficiale tramite unità abitative liberamente aggregate attraverso quattro moduli con dimensioni diversificate.
  
Tale soluzione consente di raggiungere anche buoni livelli di privacy tra le unità abitative. Si apprezza inoltre l’attenzione rivolta anche alla realizzazione di una soluzione prefabbricata con conseguente accesso ai vantaggi di gestione economica e qualitativa. La giuria in particolare valuta positivamente l’attenzione dedicata al rapporto con il paesaggio, integrando spazi aperti pubblici e privati.
  
Interessanti le soluzioni tecniche e l’uso dei materiali proposti, che meritano comunque approfondimenti specifici.